Il Nemico della Pelle Perfetta: Come il Glutine può Influire sull'Acne e sulla Salute della Pelle

Gluten: The Greatest Enemy of Clear Skin

Il Legame tra Sensibilità al Glutine, Infiammazione e Acne

Quando Anna, infermiera presso un ospedale romano, è entrata nel mio studio, il suo grande sorriso rilassato è stata la prima cosa che ho notato. Ma la sua apparente serenità è crollata rapidamente quando ha iniziato a parlare di ciò che l'aveva fatta stare male per gli ultimi cinque anni: l'acne cistica che non riusciva a risolvere nonostante gli sforzi e le diverse terapie provate.La sua pelle era stata sempre bellissima, perfetta, durante l'adolescenza, il liceo e l'università; non se ne era mai dovuta preoccupare.  Fino a quando ha compiuto 24 anni e sono comparse grandi e dolorose pustole, inizialmente sulla mascella, ma presto si sono diffuse su tutto il viso. Aveva provato diversi approcci: una dieta vegana, peeling chimici, integratori erboristici e farmaci prescritti dal dermatologo. Nulla aveva funzionato, e lei stava ormai sprofondando nella disperazione.
L'acne che insorge in età adulta è una delle problematiche più comuni che vedo nella mia pratica. Il prof. Antonino Di Pietro, noto dermatologo, ha parlato in un articolo uscito su Donna Moderna, di come  l'acne tardiva ossia l'acne che compare dopo i 20 anni è sempre più diffusa. Le persone che soffrono di acne in età adulta spesso hanno una pelle bellissima durante l'adolescenza, il periodo di tempo generalmente associato agli squilibri ormonali e alla comparsa degli antiestetici  brufoli. Molte delle giovani donne che vedo al mio studio hanno un acne causata  da squilibri ormonali correlati al ciclo mestruale, ma per le altre c'è un colpevole che è davvero comune a tutte:Il glutine e i danni che provoca nell'intestino, che a sua volta influiscono sulla pelle.
Andiamo avanti con una breve introduzione spiegando che cosa è il glutine. Il glutine è una proteina contenuta nel grano e in altri cereali (avena, orzo, segale, farro) che rende l'impasto del pane appiccicoso. Si trova anche in molti altri cibi inaspettati: carne vegetale, salsa di soia, ketchup e gelato, tra gli altri. A causa della sua appiccicosità, viene anche aggiunto a cosmetici, dentifricio e shampoo. È praticamente inevitabile. Alcune persone reagiscono al glutine con sintomi come diarrea, dolori addominali intensi, stanchezza e gonfiore, tutti gravi e che si verificano immediatamente dopo aver consumato cibi contenenti glutine. Questo viene spesso diagnosticato come malattia celiaca, un disturbo autoimmune ereditario in cui la porzione proteica del glutine provoca una risposta infiammatoria nell'intestino tenue. La celiachia viene diagnosticata mediante analisi del sangue e biopsia intestinale.
Questo differisce dalla sensibilità al glutine, in cui i sintomi sono simili a quelli della malattia celiaca ma non così immediati e si manifestano nel tempo. Le persone con sensibilità al glutine si lamentano anche di mal di testa, debolezza muscolare e articolare, problemi cutanei e problemi neurologici come confusione mentale e depressione. Non c'è modo di diagnosticarla in modo definitivo, ma uno studio recente condotto dal Centro di Ricerca sulla Celiachia dell'Università del Maryland ha confermato che la sensibilità al glutine è diversa dalla malattia celiaca nel tipo di risposta immunitaria che provoca nell'organismo, fornendo prove dirette del suo meccanismo e della sua esistenza.
Per le persone che collegano il consumo di glutine a una serie di disturbi spesso trascurati dai loro medici, questa è una notizia gradita. Ma come si collega tutto questo all'acne? I ricercatori dietro lo studio del Maryland ipotizzano che la risposta infiammatoria che inizia nella reazione dell'intestino al glutine si diffonda poi ad altre parti del corpo. Ulteriori indagini sono necessarie sull'impatto diretto della sensibilità al glutine sulla pelle, ma il legame tra l'intestino e la pelle è stato studiato ampiamente.
Nei soggetti sensibili, il glutine agisce in due modi. In primo luogo, altera l'integrità dell'intestino, creando fessure nella parete intestinale che permettono alle tossine di ricircolare nel sistema. In secondo luogo, poiché le persone sensibili al glutine non possono digerirlo correttamente, queste grandi molecole entrano nel flusso sanguigno e il sistema immunitario le riconosce come invasori, attivando una risposta immunitaria che aumenta l'infiammazione, che a sua volta può risultare in acne. Questo tipo di risposta immunitaria attiva anche il rilascio di insulina, che aumenta i livelli ormonali, un'altra causa di acne.
Basando il mio piano di trattamento su questi concetti, ho spiegato il mio approccio a Anna. Era stupita che il suo dermatologo e tutti gli specialisti che aveva visitato non avessero mai menzionato la connessione dell'acne con l' intestino. Ho spiegato che la medicina naturopatica, a differenza della medicina convenzionale, cerca di affrontare sempre le cause alla radice delle malattia anziché coprire i sintomi con creme antibiotiche o steroidi. Detto questo, il processo di guarigione della medicina naturale richiede più tempo ma è permanente. Il mio obiettivo con lei, le ho detto, era insegnarle a riconoscere cosa funzionava per il suo corpo e cosa no, dal punto di vista alimentare, e fornirle la corretta integrazione per supportare una altrettanto corretta funzione intestinale e la guarigione della pelle.Anna era d'accordo. Non coincidentemente, aveva sofferto di stitichezza per quasi tutta la sua vita adulta, e gonfiore e meteorismo erano fastidi con i quali aveva a che fare da sempre.
Il mio piano con lei è stato il seguente:

  • Eliminare il glutine, innanzitutto. Le ho anche fatto ridurre latticini e zucchero, aggiungendo più proteine animali come tacchino, pollo, uova e pesce.
  • Un probiotico giornaliero per ripopolare il suo intestino con flora adeguata.
  • Magnesio glicinato per far muovere il suo intestino.
  • DIM. Il diindolilmetano è un fitonutriente presente nelle verdure crucifere che aiuta il corpo a eliminare l'eccesso di estrogeni. I dolori mestruali di Anna avevano a che fare con il consumo del glutine che influiva sull'aumento di ormoni che peggiorano l'acne facendola aumentare.
  • Drenaggio bioterapeutico. Questo sistema di omeopatia è utile per disintossicare specifici sistemi organici. Ho scelto appositamente rimedi che l' avrebbero aiutata a liberare l'intestino e la pelle.
  • Olio di ricino applicato topicamente. Applicato sul viso di notte, questo olio miracoloso pulisce e guarisce le lesioni acneiche.

Quando Anna è tornata un mese dopo, la sua acne cistica era scomparsa. Quasi non poteva crederci, il suo sorriso era ancora più ampio di quando ci eravamo incontrate la prima volta. "Mi sento benissimo", ha detto. Certo, ho ancora qualche brufolo ogni tanto ma non come prima. E il mio ciclo mestruale è migliorato molto, questo mese; non è più doloroso come prima ed è più regolare." Mi ha raccontato di come la sua famiglia le avesse creato parecchi problemi riguardo alla nuova dieta, ma che lentamente stava riuscendo a convincerli di quanto il glutine potesse creare problemi e sua sorella aveva addirittura cominciato a seguire un corso di medicina naturopatica dopo la laurea. Il suo gonfiore e la stitichezza erano scomparsi, e andava in bagno regolarmente ogni giorno. Scherzo sempre sul fatto che noi naturopati parliamo molto di colore, forma e consistenza delle feci, ma davvero un intestino sano è la chiave per la salute. Lo vedo ripetutamente nella mia pratica: le malattie croniche, che vanno dall'acne alla stanchezza cronica all'artrite, spesso hanno una soluzione legata all'apparato gastrointestinale. E il glutine, sfortunatamente, è spesso il nemico più grande dell'intestino.Per conoscere le tue sensibilità alimentari e sapere se il glutine è la causa della tua acne puoi eseguire un test di sensibilità alimentari con un semplice tampone salivare.Per tutti gli iscritti alla mia newsletter e per tutto il mese di gennaio il test sarà offerto ad un prezzo scontato.Se non sei ancora iscritto puoi iscriverti adesso cliccando qui.
Se invece sei già iscritto e vuoi prenotare il test con lo sconto che hai trovato sulla newsletter riempi il form sottostante e sarai ricontattato per fissare un appuntamento o se non puoi venire in studio ti spiegherò come raccogliere il tampone e inviarmelo. Le risposte si hanno in due settimane circa.

Modulo di Prenotazione del Test di Sensibilità Alimentare con Sconto dedicato per gli iscritti alla Mia Newsletter.

Grazie per l'interesse nel nostro Test di Sensibilità Alimentare! Compila il modulo sottostante per prenotare il tuo test con lo sconto esclusivo che hai trovato sulla newsletter.

Italia

* Desidero ricevere regolarmente informazioni sugli aggiornamenti, le novità e le offerte speciali sui prodotti via email. Posso revocare il mio consenso in qualsiasi momento cliccando sul relativo bottone in calce ad ogni email di marketing o inviando una richiesta via email.

Si applica la nostra Informativa sulla privacy

I contenuti di Youtube non possono essere mostrati in virtù delle tue attuali impostazioni sui cookie. Clicca su "Accetto e mostro il contenuto" per visualizzare i contenuti e accettare le impostazioni sui cookie di Youtube. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra Dichiarazione privacy. Clicca qui per ritirare il tuo consenso alle impostazioni sui cookie in qualsiasi momento.

Accetto e mostro il contenuto